La corretta alimentazione è fondamentale per una buona qualità della vita e per invecchiare bene. La salute si conquista e si conserva soprattutto a tavola, imparando sin da bambini le regole per una sana alimentazione.  Il tradizionale modello alimentare mediterraneo è ritenuto oggi in tutto il mondo uno dei più efficaci per il mantenimento dello stato di salute, ed è anche uno dei più vari e bilanciati che si conoscano.

Qui di seguito proponiamo semplici regole per mangiare bene, ispirate proprio alla dieta mediterranea associata a una moderata attività fisica. Va sottolineato che, se si vuole perdere qualche chilo o in caso di disturbi legati all'alimentazione, è necessario rivolgersi a un esperto di nutrizione. Le diete “fai da te” vanno evitate.

Consumare cibi ricchi di amido e fibra. Questi alimenti sono particolarmente utili per regolare le funzioni intestinali, controllare i livelli di zucchero e di colesterolo nel sangue, e dare un maggiore senso di sazietà. Mangiare, quindi, regolarmente pane, pasta, riso e altri cereali, meglio (se integrali), evitando di aggiungere troppi condimenti grassi. Spazio anche a frutta, ortaggi e legumi.

Moderare il consumo di grassi di origine animale. Per ridurre i rischi di malattie cardiovascolare, si consiglia di moderare i consumi dei condimenti di origine naturale che rappresentano importanti fonti di grassi saturi (burro, lardo, pancetta, panna ecc.); preferire l’olio d’oliva extravergine , utilizzandolo possibilmente a crudo; moderare il consumo di carne, soprattutto rossa, e insaccati, avendo cura di eliminare il grasso visibile; preferire carni più magre come pollo, tacchino, coniglio ecc; consumare pesce più spesso.

Evitare o ridurre il consumo di dolci. Il consumo frequente e continuo di alimenti e/o bevande zuccherate può esporre al rischio di sovrappeso e obesità, diabete, alti livelli di colesterolo nel sangue e malattie cardiocircolatorie.

Evitare o ridurre il consumo di alcol. Il vino fa parte della tradizione gastronomica italiana. Occorre tuttavia ricordare che il suo principale costituente, l’alcol etilico o etanolo, pur avendo un notevole potere energetico, non è una sostanza indispensabile all’organismo. Se si vuole bere alcolici, dare la preferenza a quelle bevande a basso tenore alcolico (vino, birra); farlo con moderazione, preferibilmente durante i pasti ( un bicchiere di vino ai pasti)

Variare l’alimentazione. Non esiste un alimento completo che contenga tutte le sostanze nutrienti indispensabili (proteine, vitamine, minerali…) e che sia in grado di soddisfare le nostre esigenze nutritive. Quindi, per garantire l’apporto adeguato delle sostanze nutritive, occorre variare quanto più possibile l’alimentazione. Variando la scelta dei cibi, si può inoltre ridurre il rischio di ingerire ripetutamente sostanze estranee e tossiche che possono essere eventualmente presenti negli alimenti consumati d’abitudine.